La consulenza viene richiesta per accertare la capacità di intendere e di volere di colui che ha ucciso o tentato di uccidere la persona della cui successione si tratta, partendo dal presupposto che l’art.463 c.c. lo esclude dall’eredità in automatico.

Hai bisogno di una consulenza?

Contattami