In questi casi, viene richiesta la consulenza per valutare la potestà genitoriale nell’esclusivo interesse dei minori coinvolti.

La potestà genitoriale si valuta in termini di titolarità (dovere di mantenimento ed educazione e nella vigilanza sulle condizioni di vita del minore) e di esercizio ( custodia, allevamento, educazione, istruzione, amministrazione ordinaria).

Il Consulente viene chiamato a valutare la cosiddetta idoneità genitoriale, che comprende:
  • Idoneità psichica;
  • Caratteristiche di personalità;
  • Idoneità affettivo-relazionale;
  • Capacità educativa;
  • Dinamiche di coppia che si riversano sull’esercizio della potestà;
  • I vissuti del minore verso i genitori;
  • Le dinamiche della costellazione familiare;
  • Famiglia estesa presente nella vita del minore.

Hai bisogno di una consulenza?

Contattami